Viso più giovane? Ci pensa la Medicina Estetica

Per contrastare il naturale processo di invecchiamento della pelle e avere un viso o anche un corpo più giovane la Medicina Estetica sfrutta due terapie :la biorivitalizzazione e la bioridensificazione.

Si tratta di micro iniezioni che raggiungono gli strati più o meno profondi del derma fornendo concentrati di principi attivi proprio dove più se ne ha bisogno, producendo un rimodellamento profondo dei tessuti attraverso una rigenerazione tissutale.

Viso più giovane: quali sono le parti del volto trattate in Medicina Estetica?

Le zone che si possono trattare con la biorivitalizzazione sono diverse parti del corpo, in particolare quelle del volto, ossia:

  • Fronte,
  • Contorno occhi,
  • Solchi naso labiali,
  • Rughe attorno al labbro superiore,
  • Guance,
  • Mento,
  • “Cedimenti” del contorno viso

Questa metodica è consigliata anche per quelle aree che necessitano di un ringiovanimento come il collo, il décolleté, la piega intermammaria, i gomiti, il dorso della mani, l’interno delle braccia e delle cosce.

Questa terapia consente di riattivare i normali processi di ricambio cellulare attraverso l’infiltrazione sottocute di sostanze nutrienti e idratanti, che stimolano la produzione di collagene ed elastina, le proteine che donano elasticità e sostegno alla pelle. Si tratta di sostanze biocompatibili e riassorbibili, che non comportano effetti secondari. Esistono varie formulazioni, ma la sostanza principe è l’acido ialuronico – presente naturalmente nel nostro organismo – che rinforza e rigenera la barriera cutanea, preserva l’idratazione e favorisce un rapido recupero della pelle del viso e del corpo. L’acido ialuronico richiama acqua sia in superficie, per donare luminosità, sia negli strati più profondi, favorendo il ricambio cellulare.

Queste formulazioni possono essere arricchite con vitamine, oligoelementi, aminoacidi, antiossidanti, oppure essere a base di complessi di acido ialuronico ad alto e basso peso molecolare per riprodurre le condizioni di una pelle giovane.

Viso più giovane: come avviene la seduta di Medicina Estetica
?

Dopo un’accurata detersione delle zone da trattare, il medico inietta il prodotto selezionato in base al tipo di pelle e al grado di danno, servendosi di un ago sottilissimo, attraverso punturine ravvicinate molto superciali, per creare una specie di pavimento sottocute e una distribuzione uniforme delle sostanze.

La seduta non è dolorosa, infatti non è prevista alcuna anestesia. Al termine del trattamento possono apparire modesti arrossamenti dovuti all’ago, che tendono a scomparire nell’arco di un’ora, oppure piccoli lividi che si riassorbono nel giro di qualche giorno. I risultati sono visibili già dopo la prima seduta, anche se il protocollo consigliato è di 3 o 4 sedute complessive, da effettuarsi una ogni 30 giorni per almeno 3 o 4 mesi poi richiami ogni 5-6 mesi.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post recenti