Suggerimenti per una dieta low-carb

Le diete a basso (o nullo) indice di carboidrati sono molto di moda al giorno d’oggi perché promettono un discreto dimagramento in breve tempo. Non si tratta di diete migliori di altre, anzi possono portare a carenze nutrizionali e alla riduzione di massa muscolare per via del consumo delle riserve di glicogeno, senza per contro fornire reali vantaggi sul lungo termine rispetto ad una dieta più equilibrata, nemmeno per i soggetti sovrappeso.
Un regime con un apporto di carboidrati ridotto ma comunque entro i limiti del 45% sulla percentuale giornaliera di energia può invece essere d’aiuto per tenere sotto controllo le calorie, soprattutto se si seguono alcuni accorgimenti:

  • Non bisogna dimenticare che, oltre ai carboidrati, molti alimenti contengono nutrienti insostituibili, come la fibra e gli antiossidanti presenti nei cereali e nella frutta: non vanno perciò eliminati completamente ma mantenuti in almeno 2-3 piccole porzioni al giorno.
  • Mantenere varietà nei secondi piatti, alternando tra carne, pesce, formaggi, uova e legumi.
  • Noci e semi oleosi costituiscono un ottimo spuntino ricco di proprietà nutrizionali.
  • Meglio escludere le fonti di carboidrati arricchite con dolcificanti, come i succhi di frutta e le bibite, e mantenere invece i cereali integrali.
  • Non bisogna dimenticare che anche gli alcolici possono essere fonti di carboidrati.
  • Mantenersi idratati.
  • Il cioccolato fondente contiene pochi carboidrati e fa bene all’umore ed al sistema nervoso e cardio-circolatorio.
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post recenti