I rischi della tintarella d’inverno

 In Benessere, Medicina Estetica

Le vacanze invernali sono un’occasione per rilassarsi e sciare in montagna, godendo delle belle giornate fredde ma soleggiate.
Prendere il sole d’inverno, però, può essere più pericoloso e a rischio scottature di farlo in estate: ad alta quota, infatti, i raggi ultravioletti sono più intensi e potenti e penetrano nell’epidermide più facilmente, non solo dall’alto verso il basso ma anche dal basso verso l’alto a causa del riverbero della neve. Freddo e vento peggiorano la situazione riducendo la barriera protettiva idrolipidica della pelle ed esponendola a screpolature e irritazioni, che a loro volta favoriscono la penetrazione dei raggi UV. Il freddo altera la percezione di calore sulla cute, aumentando il rischio di scottarsi inconsapevolmente. Inoltre, è credenza comune che la protezione solare sia necessaria solo d’estate, mentre andrebbe applicata tutto l’anno e in particolar modo se ci si espone al sole in montagna.
Oltre ai classici danni da scottatura (eritemi, inestetismi, macchie cutanee) non proteggersi dal sole invernale accelera i processi di fotoinvecchiamento della pelle, accentuando rughe e linee di espressione.
I prodotti protettivi da utilizzare devono avere una consistenza più cremosa e idratante rispetto a quelli utilizzati d’estate, con un fattore di protezione di almeno 30-40 per tutta la durata dell’esposizione; è necessario coprire bene tutte le zone del corpo esposte e riapplicare il prodotto ogni 3-4 ore. Le parti sensibili come contorno occhi, naso, labbra e orecchie vanno protette con particolare attenzione: le labbra sono soggette a screpolature e cheliti da freddo perchè prive del film idrolipidico che protegge il resto del viso. Lo stress termico può inoltre favorire la comparsa di herpes.
Può essere utile preparare la pelle all’esposizione al sole assumendo vitamina E e C, antiossidanti e quindi in grado di prevenire il fotoaging. Una buona crema idratante è poi imprescindibile e va applicata mattina e sera.

Post recenti