I primi inestetismi e come combatterli

 In Medicina Estetica

I segni dell’invecchiamento cominciano a comparire precocemente, soprattutto se non seguiamo uno stile di vita particolarmente equilibrato, con fumo, dieta sregolata, troppo stress ed esposizione imprudente al sole: non è mai troppo presto, dunque, per pensare alla prevenzione e eventualmente a qualche piccolo intervento di medicina estetica che ci aiuti a riconquistare un aspetto giovanile e soddisfacente.

Rughe: Filler, Botulino e Microbotulino

Gli inestetismi più frequenti sono le rughe che compaiono soprattutto intorno agli occhi, sulla fronte e ai lati della bocca: sono causate dalla contrazione dei muscoli e da una diminuzione del collagene, la sostanza che mantiene la pelle elastica, dovuta sia all’età che alle cattive abitudini. Su di esse si può intervenire con dei filler o delle microiniezioni di botulino: il primo trattamento, principalmente a base di sostanze biocompatibili e ben tollerate dall’organismo come l’acido ialuronico, è volto a riempire i solchi delle rughe, mentre il secondo limita la contrazione muscolare delle zone interessate.

Riguardo il botulino circolano molte leggende metropolitane, in particolare che sia nocivo e che produca un effetto finto “congelando” l’espressione.
In realtà al giorno d’oggi viene utilizzato il cosiddetto “micro-botulino”, un farmaco con una concentrazione minima della tossina botulinica, svariate volte inferiore alla quantità del botulino classico e ovviamente a quella che risulterebbe tossica. L’applicazione, poi, avviene a livello cutaneo e superficiale, non muscolare, dando un risultato di disensione molto naturale. Può essere applicato anche su mandibola, guance e collo, aumentando così i campi di utilizzo senza compromettere sicurezza ed efficacia.
La seduta consiste in una serie di punture sottocutanee effettuate a distanza ravvicinata con un ago finissimo; non si sente dolore, se non talvolta un lieve bruciore che sparisce dopo poche ore.
I risultati diventano apprezzabili già ad un paio di giorni dopo la prima seduta e durano circa quattro-sei mesi, al termine dei quali è possibile ripetere il trattamento.
L’approssimarsi dell’inverno è un ottimo momento per prendersi cura di se stesse, ma questi interventi possono essere effettuati in qualunque periodo dell’anno, avendo cura di non esporsi al sole senza protezione e di evitare gli sport intensi nei giorni successivi.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post suggeriti