Perdere peso non vuole dire dimagrire: l’effetto yo-yo

Perdere peso non vuole necessariamente dire dimagrire: invece del grasso corporeo possiamo aver perso liquidi, sali minerali, o massa muscolare, soprattutto se abbiamo seguito una dieta drastica che promette risultati miracolosi.

Inoltre, difficilmente questi risultati saranno duraturi, mentre è molto probabile che il peso perso verrà rapidamente recuperato: si tratta del famigerato “effetto yo-yo”, che comporta continue fluttuazioni in positivo e in negativo della bilancia, con risultati deleteri sull’organismo. Seguendo una dieta eccessivamente rigida, infatti, il corpo è portato a comportarsi come se si stesse affrontando un periodo di carestia e a consumare meno lipidi, a discapito della massa magra. Il metabolismo viene inoltre rallentato, per cui quando si interrompe il regime dietetico si bruceranno calorie più lentamente. Le diete troppo rigide, inoltre, non assicurano il fabbisogno in nutrienti di cui abbiamo bisogno.

L’effetto yo-yo e alcuni disturbi

L’effetto yo-yo è quindi correlato a disturbi come ipertensione, diabete, dislipidemia e malattie del comportamento alimentare come anoressia e bulimia.
Le strategie migliori per evitare l’effetto yo-yo sono rivolgersi ad uno specialista per stabilire un piano dietetico che preveda una restrizione calorica equilibrata, evitare il fai da te e i digiuni e mantenere un’alimentazione il più possibile varia. Vanno evitate le cosiddette “calorie vuote”, ovvero i cibi molto calorici senza un corrispettivo apporto nutrizionale (alcolici, bibite zuccherate, dolciumi), gli alimenti ricchi di grassi trans dannosi per la salute (prodotti da forno e da fast food), condimenti grassi di origine animale, insaccati, pietanze molto elaborate.

La dieta contro l’effetto yo-yo

Andrebbero ridotte anche le quantità di frutta (massimo 400g al giorno, a causa del suo alto contenuto in zuccheri), di oli vegetali, di sale e di caffè. Via libera invece a verdura di stagione, derivati dei cereali integrali, pesce azzurro, carni bianche e affettati magri, legumi, erbe aromatiche per condire e acqua per idratare l’organismo.

Sarebbe inoltre consigliabile praticare attività fisica aerobica moderata per almeno mezz’ora al giorno e in generale rendere la propria vita più dinamica, cercare di non mangiare in modo automatico e monitorare regolarmente il peso.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post recenti