Perché la fame aumenta dopo la perdita di peso

 In Benessere Alimentare, Dieta

Il corpo umano è programmato per rendere difficile il calo di peso, aumentando la produzione degli ormoni della fame anche molto dopo il dimagrimento.
Secondo recenti studi, i soggetti obesi che stanno intraprendendo un percorso di perdita ponderale hanno più fame di quando hanno iniziato. In effetti, non è una novità che solo una bassa percentuale (circa il 20%) di chi perde peso riesca a mantenere il risultato.
I soggetti interessati dagli studi, infatti, nonostante abbiano ottenuto buoni risultati nella perdita di peso anche grazie a stringenti raccomandazioni sulla dieta e l’esercizio fisico, hanno riscontrato dopo due anni un aumento del senso di fame.
La spiegazione sta in un ormone chiamato grelina, che produce la sensazione di fame ed aumenta la sua azione in caso di perdita di peso.
Si tratterebbe di una tecnica di sopravvivenza sviluppata tramite l’evoluzione, per cui dare l’impressione al cervello di essere affamato dopo aver perso peso permette di evitare di morire per il digiuno.
I livelli di grelina in chi ha perso peso restano alti a lungo e sono in grado anche di annullare l’azione di un altro tipo di ormoni in grado di produrre senso di sazietà.
Bisogna dunque tener conto di questo problema a lungo termine e fornire ai pazienti strategie e supporto per affrontarlo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post suggeriti