Una pelle visibilmente più bella grazie all’alimentazione

 In Benessere, Dieta

Molti di noi pensano che per avere una pelle dall’aspetto sano e bello siano necessari rinforzi come prodotti farmaceutici o cosmetici. Quando parliamo di salute della pelle è molto comune, quindi, pensare alla soluzione più immediata, a interventi esterni che agiscano per eliminare o ridurre gli inestetismi della cute come le macchie, l’acne, o rendere la pelle più luminosa, più idratata o meno grassa.

Ma la pelle è un organo, e come qualsiasi altra parte del nostro corpo, il punto di partenza per la salute ottimale della cute deve trovarsi all’interno del nostro corpo. Tutto comincia da come trattiamo il nostro organismo, in particolare modo, molto dipende dal tipo di alimentazione che seguiamo per nutrire il nostro corpo. La pelle, come gli altri organi, beneficia o soffre in base ai nutrienti di cui è composta la nostra dieta.

Per scoprire i benefici che la nostra pelle può ottenere grazie ad un’alimentazione accurata, continua a leggere questo articolo!

Che cos’è e come è fatta la pelle?

La pelle, con i suoi due metri quadrati di superficie, rappresenta l’organo più esteso del nostro organismo. Oltre ad essere la nostra barriera difensiva contro agenti patogeni, aiuta anche il corpo a mantenere l’equilibrio idrico, a regolare la temperatura e ad interagire con l’ambiente circostante tramite la percezione tattile. Il benessere di questo organo è, dunque, fondamentale per il mantenimento di uno stato di salute complessivo.

La pelle è costituita da tre strati principali:

  • EPIDERMIDE, lo strato più esterno della pelle, è quello che risulta maggiormente a contatto con l’ambiente esterno e ci protegge da tossine, agenti patogeni, raggi UV e dalla disidratazione;
  • DERMA, lo strato sottostante l’epidermide, è costituito da elastina e fibre di collagene, tessuti che forniscono forza ed elasticità alla pelle;
  • IPODERMA ( o sottocute), a cui si aggiungono una serie di appendici come le ghiandole sebacee, i follicoli piliferi e le ghiandole sudoripare, che aiutano la pelle nell’esplicazione delle sue funzioni. Svolge una funzione isolante, di immagazzinamento di energia sotto forma di grasso e protettiva.

Alimentazione e cura della pelle: i cibi da portare a tavola

La pelle è l’interfaccia con il mondo esterno e comunica il nostro equilibrio psicofisico, riflettendo lo stato di salute e di invecchiamento di tutto il corpo. La nostra dieta, sia quella invernale che quella estiva, ha un fortissimo impatto sulla nostra salute e, quindi, sull’aspetto della nostra pelle. In quanto organo vivo, quest’ultima necessita di nutrimenti che non può procurarsi o generare da sola. Perciò, ogni beneficio e ogni difetto che appare visibile sulla nostra cute, può essere determinato dall’abbondanza o dalla carenza di sostanze energetiche che noi garantiamo al nostro organismo.

Ogni tipo di alimento possiede proprietà utili per il nostro corpo, ma ci sono dei cibi che, più di altri, sostengono e favoriscono il forte sviluppo delle nostre unità biologiche. Vediamo quali:

  • Frutti rossi (mirtilli, lamponi, ribes e more) sono ricchi di antiossidanti e vitamina C. Favoriscono la micro-circolazione e hanno la funzione di proteggere i vasi sanguigni e i capillari. Si rivelano, dunque, altamente benefici per le pelli fragili e sensibili poiché le rinforzano dall’interno.
  • Salmone e pesce azzurro (alici, acciughe, sgombro), ricchi di Omega 3 e acidi grassi essenziali, contrastano la produzione di radicali liberi e in questo modo rallentano l’invecchiamento cellulare.
  • Frutta e verdura arancione. Carote, albicocche, peperoni e tutta la frutta e verdura color arancio (ad eccezione della arance) contengono betacarotene che contrasta la produzione di radicali liberi e, al contempo, scherma la pelle da raggi solari e inquinamento atmosferico, mantenendola luminosa e giovane più a lungo.
  • Uova, perché una dieta povera di proteine può causare debolezza e caduta dei capelli nonché un inaridimento della pelle, e conseguenze come rughe e segni di espressione precoce. Sia il tuorlo che l’albume presentano notevoli proprietà benefiche per la pelle, garantendone compattezza e tonicità. Il tuorlo, in particolare, è ricco di minerali essenziali quali ferro, fosforo, calcio, vitamine del gruppo B e vitamina D, essenziale, oltre che per la pelle, anche per ossa e capelli.
  • Frutta secca. Noci e mandorle aumentano l’elasticità della pelle, grazie alla presenza di vitamina E, uno dei più potenti antiossidanti naturali. La frutta secca è perfetta per contrastare la perdita di tono e i segni di espressione. L’olio di mandorla, inoltre, ha tanti effetti benefici per la pelle. Idrata, strucca e previene alcuni inestetismi della pelle quali le smagliature.

Non dimenticare l’acqua! Le rughe e i segni dell’età si manifestano maggiormente quando la pelle perde elasticità, la produzione di collagene diminuisce e cresce invece la disidratazione. Bevendo più acqua di diminuisce la quantità di sale ingerita ogni giorno.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post recenti