PCOS e dieta

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è una patologia endocrino-metabolica cronica piuttosto diffusa, dovuta ad un’eccessiva produzione di ormoni androgeni (iperandrogenismo) a discapito dei FSH (ormoni follicolostimolanti). Le cause sono ancora poco chiare, anche se sono parzialmente ricollegabili a predisposizione familiare, sovrappeso ed insulino-resistenza.
I sintomi e le conseguenze sono invece dismenorrea e amenorrea, irsutismo, infertilità e obesità.
Un aiuto per il controllo di questi sintomi arriva dalla dieta: è preferibile infatti seguirne una ipocalorica, che fornisca circa il 70% dell’energia necessaria al mantenimento del peso attuale, e a base di alimenti a basso indice glicemico, con carboidrati semplici e fibre, per tenere sotto controllo i picchi insulinici.
Non devono poi mancare Omega-3 e Omega-6, vitamine e sali minerali: sì quindi a pesce, cereali integrali, frutta e verdura, latticini e carni magre.
Alcol, fumo e caffeina sono assolutamente da evitare, mentre bisognerebbe dedicare all’attività fisica almeno mezz’ora al giorno.
La PCOS è una patologia comune e problematica, ma con uno stile di vita sano si può tenere sotto controllo e regolarizzare il ciclo mestruale, con grandi benefici per la qualità della vita.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post suggeriti