Supporti alla motivazione per perdere peso

 In Nutrition Coach

Il primo step per perdere peso è avere delle buone motivazioni per dimagrire ed è necessario che siano sempre rinforzate nel corso di tutto il programma considerando i pro e i contro che una dieta dimagrante può portare con sé.

È assolutamente necessario ricordare anche che serve un lasso di tempo che può variare dai nove mesi all’anno affinchè si ottengano i migliori risultati.

focalizzare gli obiettivi

In generale gli obiettivi da tenere presenti sono:

  • raggiungere una perdita di peso che riduca i rischi per la salute associati al sovrappeso, all’obesità e al diabete
  • accettare il peso che è possibile raggiungere in 24 settimane con un’alimentazione moderatamente ipocalorica e uno stile di vita attivo
  • mantenere il peso perduto nel lungo tempo.

Allo stesso tempo bisogna senza dubbio considerare che una dieta dimagrante comprende molti sacrifici e soprattutto la rinuncia ad abitudini consolidate nel tempo (riduzione cibi dolci, fare attività fisica regolarmente) così come diventare a capaci a gestire le emozioni che spesso si placano introducendo cibo gratificante oppure l’imbarazzo di rendere pubblica l’intenzione di dimagrire.

esercizio fisico costante

Per attuare con successo la dieta dimagrante non esiste solo il controllo dell’alimentazione ma bisogna anche possedere un programma di attività fisica non faticoso o stancante. In relazione a questo diventa spesso utile tenere il diario alimentare e dell’attività fisica, perché gli studi scientifici hanno dimostrato che seguire una dieta moderatamente ipocalorica (normalmente con apporto calorico diminuito di 500/100 Kcal al giorno per un calo ponderale di ½ /1 chilo a settimana) con uno stile di vita attivo costantemente registrato dalla persona stessa aiuta ad individuare e modificare i propri errori che ostacolano la perdita di peso e conseguentemente permette di focalizzare meglio gli obiettivi che si pensa di poter raggiungere e successivamente aiuta a fronteggiare gli ostacoli al mantenimento del peso.

app in tuo aiuto

Oggi giorno anche la tecnologia ci viene in aiuto per migliorare le nostre performance sportive ( e non solo). Ne ho selezionate alcune per voi:

  • NIKE RUNNING: consente di monitorare la distanza, il ritmo e il tempo di corsa interfacciandosi con il braccialetto Nike FuelBand. I dati possono essere condivisi sui social .
  • NIKE TRAINING CLUB: si tratta di un’applicazione studiata specificamente per le donne. Con l’ultimo aggiornamento si possono scegliere programmi di allenamento mensili che promettono a tutte di dimagrire, tonificare e rafforzare il proprio corpo. Ci sono oltre 100 allenamenti ideati dai trainer professionisti Nike
  • MOVES APP: tiene traccia del numero dei passi effettuati, il tempo di camminata e la raccolta di dati “integrati” per tipologia di percorso (camminata, corsa, in bici). Alla fine dell’allenamento sarà molto utile vedere, su una mappa, i punti in cui si è andati più veloci o si è ripreso fiato, per cercare di migliorare la propria autonomia.
  • MY FITNESS PAL: è un app per Android e iPhone in grado di calcolare le calorie consumate. Basta inserire i dati relativi alla propria altezza, peso, età, stile di vita e digitare i chili che si desidera perdere. L’applicazione, in pochi secondi, stilerà un programma personalizzato – calcolando anche in quanto tempo potremo raggiungere l’obiettivo – e suggerendoci gli esercizi fisici per poter perdere peso più facilmente. E’ in grado di calcolare le calorie degli alimenti attraverso l’uso dello scanner, che potremo utilizzare al supermercato oppure inserendo le ricette ci evidenzia il contenuto nutrizionale del piatto in questione.

Così, giorno dopo giorno, monitora i risultati raggiunti attraverso grafici in cui vengono indicati i punti da migliorare.

il diario alimentare

Il diario alimentare è un incarico spesso affidato dal terapeuta (sia esso il dietologo o lo psicoterapeuta) durante una dieta, ma che viene vissuto dal paziente come inutile o noioso, mentre monitorare la propria alimentazione con un diario alimentare durante una dieta diviene molto utile perché obbliga a prendere coscienza delle azioni, delle scelte alimentari, della frequenza di introduzione del cibo che mangiamo, del numero e della distribuzione dei pasti.

Numerosi studi hanno dimostrato che, in una dieta diretta alla perdita di peso, coloro che tengono un diario alimentare perdono mediamente più peso di chi non lo fa perché migliora l’adesione alle indicazioni. Aiuta il terapeuta ad agire in modo specifico e quindi più efficace nel percorso terapeutico.

Se, infine, non intendiamo quella dieta come parentesi temporanea, ma come occasione di cambiare le abitudini alimentari, diventa necessario un mezzo di monitoraggio perché il cambiamento, prima che dalla volontà, parte dalla consapevolezza dei comportamenti.

La tecnologia viene in aiuto con svariate applicazioni per smartphone: con esse a gestire meglio la dieta monitorando calorie e attività fisica.

Per diventare consapevoli del comportamento alimentare e quindi avere la possibilità di modificare quelle che sono le cattive abitudini che portano a prendere peso, è indispensabile compilare un diario alimentare che deve prevedere due fasi: in prima istanza prevedere cosa, quando e quanto si mangerà il giorno seguente, secondariamente subito dopo aver mangiato per verificare tutto quello che è stato previsto il giorno prima.

Attraverso il diario alimentare è possibile monitorare l’alimentazione e l’attività fisica. In ogni pagina di diario devono esserci la data, l’obiettivo calorico (da calcolare in base a ciò che si prevede di mangiare nella giornata), una colonna che riporti l’orario dei pasti (fondamentale per rispettare la cadenza di tre-quattro ore tra un pasto e l’altro), una colonna che riporti il luogo in cui si consumano i pasti, una che preveda tipo e quantità di cibo, ed una con le calorie assunte. Quanto detto vale per il cibo; per l’attività fisica va invece prevista invece una colonna nella quale devono essere segnati il tipo di attività fisica e la sua durata ed una con la spesa energetica a riposo (calcolabile con l’equazione di Harris-Benedict) affinché si possa fare un bilancio delle calorie nella giornata.

La compilazione del diario alimentare e dell’attività fisica con precisione è una parte fondamentale nella riuscita dell’iter della dieta dimagrante.

È disponibile un esempio di diario alimentare, in formato PDF.

Per prenotare una visita chiama

CONTATTACI

Se hai bisogno di informazioni non esitare a contattarci via email o telefonando allo 011 500000!