Mangiare in bianco

 In Benessere Alimentare, Dieta

Frutta e verdura di colore bianco (mele, pere, banane, melone invernale, cipolle, aglio, patate, finocchi, sedano, cavolfiori…) sono alimenti ricchi di peculiari proprietà nutrizionali che li rendono preziose presenze sulle nostre tavole, in particolare quando sono di stagione:

  • contenuto di quercitina, una sostanza antiossidante appartenente alla famiglia dei flavonoidi in grado di contrastare radicali liberi e invecchiamento precoce, favorendo il ripristino della vitamina E. Ha anche proprietà antinfiammatorie utili nella lotta immunitaria e secondo alcune ricerche è in grado di contrastare il rischio di ictus e di infiammazioni croniche.
  • alto contenuto di fibre alimentari, ovvero la parte non digeribile dei vegetali, essenziali per il corretto svolgimento di alcune funzioni fisiologiche, in particolare la regolarità intestinale. Il fabbisogno quotidiano di fibra per un uomo adulto è di 30g.
  • scarso apporto calorico a fronte di un alto contenuto di vitamine e sali minerali, che rende questi alimenti adatti a regimi per il controllo del peso e per la prevenzione di malattie cardiovascolari.

In particolare, sono vegetali molto utili i finocchi, estremamente poveri di calorie e ricchissimi di vitamine e sali minerali, diuretici e digestivi, le mele, disponibili tutto l’anno anche per i diabetici in quanto il fruttosio in esse contenuto non ha bisogno di insulina per essere metabolizzato, e i cavolfiori, utili contro la ritenzione idrica, alcuni tipi di tumore e le malattie cardiovascolari.
Anche il latte è un cibo bianco alleato della salute, ricco di proteine di alto valore biologico, vitamine, soprattutto del gruppo B, e calcio: concorre alla corretta formazione e sviluppo di muscoli, ossa e sistema nervoso.
Due cibi bianchi che invece vanno limitati sono lo zucchero classico, complice dello sviluppo di sovrappeso e obesità, e il sale, responsabile dell’ipertensione arteriosa e quindi di malattie cardiovascolari: andrebbero consumati in quantità inferiori ai 25g e 5g al giorno, rispettivamente.

Post recenti