Mandorle

 In News, Vario

Le mandorle migliorano la glicemia post-prandiale e riducono il sendo di appetito.

Sebbene l’aumento della frequenza dei pasti sia stato spesso associato al rischio di incremento dell’intake calorico, sempre più studi confermano i benefici associati al consumo di snack adeguati dal punto di vista quantitativo e qualitativo.

Lo studio

In questo studio 43 grammi al giorno di mandorle (più o meno 12-14 unità, equivalenti a 245 kcal) sono stati somministrati per 4 settimane a soggetti ad alto rischio di sviluppare diabete di tipo 2, in diversi momenti della giornata: con una colazione o con un pranzo standard, da sole a metà mattina o come snack pomeridiano.

I risultati

Al termine delle 4 settimane gli autori hanno osservato un generale miglioramento della glicemia post-prandiale e un aumento significativo dei livelli di assunzione con la dieta di acidi grassi monoinsaturi e di vitamina E (alfa-tocoferolo) in coloro che assumevano mandorle, indipendentemente dal momento di consumo, rispetto al gruppo di controllo composto da soggetti a rischio che seguivano la dieta abituale.

L’analisi dei parametri biochimici e antropometrici ha evidenziato l’assenza di effetti negativi anche sul peso, in associazione con la riduzione del senso di fame e dell’appetito nelle ore successive al consumo di mandorle e con la conseguente spontanea riduzione dell’intake energetico complessivo a compensazione delle calorie fornite dalle mandorle stesse. Tali effetti sono apparsi più marcati quando le mandorle erano consumate come snack pomeridiano. (NFI)

Fonte : “www.dieteticaenutrizione.com”

Recommended Posts
CONTATTACI

Se hai bisogno di informazioni non esitare a contattarci via email o telefonando allo 011 500000!