ll sistema immunitario come funziona e dieta correlata

Il sistema immunitario è rappresentato da:

  1. Gli organi (milza, timo, linfonodi, tonsille, appendice) e i tessuti linfatici
  2. i globuli bianchi
  3. le citochine: mediatori chimici che mettono in comunicazione tra loro le diverse componenti del sistema immunitario

Il sistema immunitario ha 3 funzioni:

  1. Proteggere l’organismo dagli agenti patogeni esterni
  2. Rimuovere le cellule, i tessuti e i globuli rossi danneggiati, invecchiati o morti
  3. Riconoscere e rimuovere le cellule anomale, come per esempio quelle tumorali

La funzionalità del nostro il sistema immunitario è strettamente correlata, oltre ad una serie di fattori intrinseci dell’individuo, alla salute dell’intestino. Purtroppo situazioni di disbiosi da farmaci o da corretta alimentazione favoriscono lo sviluppo di patogeni o virus.

 

Vi elenco una serie di alimenti preziosi per le difese immunitarie dell’organismo.

The nero: ricco di alla teanina, un aminoacido in esso contenuto e catechine importanti antiossidanti.

Cioccolato fondente: con le elevate quantità di cacao in esso contenuto, stimola i linfociti T-helper, che migliorano l‘adattamento del nostro organismo alle infezioni.

Kefir o yogurt: ricchi di microrganismi che aiutano a riequilibrare la flora batterica intestinale.

Limone: il frutto è ricco di vitamina C, importantissimo nei processi di difesa cellulare.

Semi di lino: sono una preziosa fonte di acido alfa-linoleico, acido grasso della famiglia degli omega3,

Grano saraceno: ricco di resveratrolo e stilbene importanti antiossidanti
Olio extravergine di oliva, di semi di lino, di semi di canapa e di avocado: tutti sono composti prevalentemente da acidi grassi e fosfolipidi. Hanno un ruolo fondamentale nella funzionalità dei linfociti. L’ideale sarebbe assumere un olio fresco o molto fresco

Verdure a foglia verde: hanno proprietà antivirali e antibatteriche. Si consiglia di cuocerle a vapore per facilitarne la digestione e preservarne le caratteristiche alimentari

Avena: il cereale, ricco di beta glucani che aiutano a regolarizzare l’intestino, dare sazietà e a regolarizzare i livelli di colesterolo nel sangue

Frutta secca e semi oleosi (zucca, girasole, lino…): questi alimenti posseggono numerose sostanze prebiotiche come minerali, aminoacidi e omega-3 e Vitamina E, dalle ottime capacità antiossidanti.

Lievito di birra fresco, germe di grano, cipolla e cavolo: Sono ricchi in ferro, zinco e selenio, una combinazione di minerali ad attività stimolante per il sistema immunitario.

Integratori probiotici: sono microrganismi (soprattutto batteri) viventi e attivi ( Lactobacillus casei Shirota, Lactobacillus johnsonii, La1) contenuti in determinati alimenti o integratori ed in numero sufficiente per esercitare un effetto positivo sulla salute dell’organismo, rafforzando in particolare l’ecosistema intestinale. si trovano nel thé kombucha, miso, kefir, tempeh e crauti e nello yogurt addizionato e in alcuni latticini.

Patate dolci e zucche sono buonissime e contengono elevate dosi di beta-carotene, precursore della Vitamina A, che stimola l’attività del sistema immunitario.

Fragole e peperoni con contenuto in vitamina C, antiossidante ed immunostimolante maggiore a quello delle arance.

Ma per combattere virus e batteri è importante anche associare buone norme da adottare in cucina. Tra questi, ad esempio, vi è quello della cottura che deve essere al forno o al vapore. I cibi crudi devono essere ben lavati ma non disinfettati, a meno che non si è in gravidanza. Le superfici vanno lavate con prodotti appositi come candeggina e alcol. Le mani devono essere lavate bene con i normali saponi.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post recenti