L’invecchiamento cutaneo e come contrastarlo

La pelle è un organo costantemente esposto a stress e agenti atmosferici, pertanto particolarmente soggetto agli effetti fisiologici dell’invecchiamento cellulare.

I due tipi invecchiamento cutaneo

L’invecchiamento cutaneo è di due tipi, intrinseco ed estrinseco, anche se quello estrinseco può accelerare il primo.
L’invecchiamento intrinseco è quello fisiologico, dovuto alla progressiva degenerazione cellulare e al rallentamento del rinnovamento epidermico, mentre quello estrinseco è dovuto a fattori esterni come l’esposizione al sole, una dieta scorretta, poca idratazione e stress. I segni del primo sono rughe, pelle cadente e poco tonica, cute sottile, e inizia a presentarsi intorno ai 30-35 anni, mentre il secondo si manifesta con macchie scure, colorito giallastro e perdita di elasticità già intorno ai 25-30 anni.
Entrambi i tipi di invecchiamento, comunque, contribuiscono all’atrofia del collagene, ovvero ad una progressiva diminuzione della produzione di quella fibra elastica che costituisce la rete di supporto del derma e gli conferisce elasticità e tono.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post recenti