L’importanza dell’idratazione

 In Attività fisica, Benessere

Circa il 70% del corpo umano è composto d’acqua, per questo motivo l’acqua è necessaria per la  nostra sopravvivenza e la disidratazione, o semplicemente la diminuzione di quantità di acqua porta numerose problematiche.

Ad una disidratazione leggera si può rimediare facilmente, ma una severa disidratazione è una condizione molto seria, che può portare a:

  • Perdita di coscienza
  • Insufficienza multiorgano
  • In casi veramente gravi, morte

Che cos’è la Disidratazione?

La disidratazione avviene quando la quantità di acqua persa supera la quantità di acqua che reintroduciamo nel nostro organismo.

L’acqua lascia il nostro corpo costantemente, ad esempio attraverso la sudorazione o le normali funzioni corporee. Per questo motivo dobbiamo reintrodurre un’adeguata quantità di acqua.

Le cause della disidratazione possono essere molteplici, le più comuni sono:

  • Attività fisica intensa
  • Calore, come l’esposizione prolungata ai raggi solari
  • Vomito e diarrea
  • Nausea, molte persone non riescono a bere o mangiare quando si sentono nauseate e ciò potrebbe determinare una disidratazione
  • Ustioni o infezioni dell’epidermide, è molto facile perdere fluidi attraverso ustioni severe o infezioni
  • Diabete, quando i livelli di zucchero nel sangue sono alti, il corpo aumenta la produzione di urina per poterlo eliminare
  • Febbre, la febbre può contribuire alla perdita di fluidi attraverso la sudorazione

 

Per tutti questi motivi è consigliabile consumare almeno due litri di liquidi al giorno, non limitatevi a bere soltanto durante i pasti, ma portatevi sempre una bottiglietta d’acqua per idratarsi regolarmente durante tutta la giornata.

 

Quali sono i sintomi della disidratazione?

  1.  Sete
  2. Cambiamento, in colore o in volume, delle urine
  3. Affaticamento e sonnolenza
  4. Mal di testa
  5. Cambiamenti nell’elasticità della pelle
  6. Crampi muscolari
  7. Abbassamento della Pressione Sanguigna
  8. Palpitazioni cardiache e aumento dei battiti
  9. Confusione e irritabilità
  10. Serie complicazioni e Insufficienza d’organo

 

Come prevenire la disidratazione?

La chiave per prevenire la disidratazione consiste nel bere, durante tutta la giornata, molta acqua e altri tipi di bevande, come caffè e tè senza zucchero. Anche frutta e verdure ricche di acqua contribuiscono a mantenere una corretta idratazione.

È opinione comune che sia necessario bere almeno otto bicchieri d’acqua al giorno, ma in verità non esiste un numero magico che stabilisca la quantità di liquidi che andrebbero assunti durante la giornata. Il bisogno varia da persona a persona, in base all’attività fisica, alla sudorazione e al clima.

 

Suggerimenti per l’idratazione

  • Bevete spesso durante la giornata, anche se non avete sete.
  • Bevete molto prima di qualsiasi attività fisica, è importante essere ben idratati, specialmente quando la temperatura esterna è alta.
  • Compensate le perdite: se sudate molto, avrete bisogno di compensare le perdite di liquidi. Perché non provate ad aromatizzare l’acquacon limone, lime, pompelmo o cetriolo? Date libero sfogo alla vostra fantasia e provate diversi abbinamenti: in questo modo l’acqua non sarà mai ‘noiosa’ e sempre ricca di sali minerali.
  • Controllate il colore delle urine: il colore delle urine è un ottimo indicatore dello stato di idratazione di un organismo. Bevete abbastanza acqua da mantenerle di un colore giallo pallido.
  • Attenzione a condizioni particolari:fate particolare attenzione ai liquidi persi in caso di vomito o diarrea, bere a piccoli sorsi aiuta molto. In caso non si riesca a rimanere idratati per più di 24 ore, consultare il proprio medico.
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post suggeriti
CONTATTACI

Se hai bisogno di informazioni non esitare a contattarci via email o telefonando allo 011 500000!