Le creme antiage funzionano davvero?

Molte pubblicità di creme antiage promettono risultati miracolosi con poche applicazioni e in pochissimo tempo, ma la realtà è un po’ diversa.
Le cause dell’invecchiamento cutaneo vanno ricercate s
ia nel DNA che nello stile di vita: l’esposizione al sole, l’alimentazione scorretta, il poco riposo, lo stress e la disidratazione possono accelerare il processo di invecchiamento cutaneo.
Le creme non possono cancellare i segni del tempo già presenti, ma possono agire in via
preventiva: molte di esse contengono infatti filtri solari e antiossidanti, in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi e dei raggi solari, mentre altre contengono agenti idratanti e riparatori che aiutano la pelle a mantenersi idratata, compatta e tonica. Altre ancora, poi, stimolano la produzione di elastina e collagene che diminuisce fisiologicamente col passare degli anni.
Inoltre è importante scegliere una crema adatta al proprio tipo di pelle e soprattutto alla propria
fascia d’età: quelle per le donne più giovani sono più che altro idratanti, mentre quelle per le pelli mature sono nutrienti e talvolta contengono fattori depigmentanti per contrastare le macchie scure. Può essere utile iniziare ad utilizzare una buona crema già dai 25 anni, per beneficiare dei suoi effetti preventivi, mentre le vere e proprie creme antiage sono consigliate a partire dai 35 anni circa.
In conclusione, le creme antiage possono rallentare e parzialmente contrastare gli effetti di invecchiamento, combattendo lo stress ossidativo delle cellule e attenuando le rughe già esistenti, ma non sono in grado di cancellarle completamente nè di evitare completamente che prima o poi i naturali segni del tempo si rendano visibili.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post suggeriti