La Stevia

 In News

Stando ancora in tema di zucchero, volevo aprire una parentesi sull’uso dei dolcificanti a base di stevia.


La Stevia è un dolcificante naturale derivato dall’infuso delle foglie di una pianta della famiglia di girasoli e cicorie, originaria del Sud America. Questo estratto vegetale, contenente due composti glicidici, lo steviolo e il rebaudioside, deve essere sottoposto a numerosi processi di microfiltraggio e purificazione per poter rispettare gli standard sanitari dei paesi consumatori, e viene venduto sotto forma di liquido (con concentrazione di steviolo fino al 95%) o polvere spesso compressa in pastiglie.
Negli ultimi anni la Stevia ha riscontrato un’enorme diffusione, in particolare perché, essendo 200 volte più dolce dello zucchero, ne sono necessarie quantità davvero minime e il suo apporto calorico risulta pertanto trascurabile, il che la rende adatta anche a pazienti sovrappeso e diabetici. Se consumati con moderazione, preferibilmente entro le dosi giornaliere considerate accettabili dagli esperti della FAO e della WHO (0-4mg/kg per peso corporeo, ovvero circa 240mg per le donne e 280mg per gli uomini normopeso) i dolcificanti intensi come quelli derivati dalla stevia possono aiutare a mantenere il peso sotto controllo senza privarsi del piacere del dolce.
Ciò nonostante ha subito una certa avversione da parte, ad esempio, dell’Unione Europea, che ha legalizzato l’utilizzo dello steviolo come dolcificante alimentare solo nel 2011 e vieta ancora l’utilizzo e la vendita delle foglie non trattate. Sono ancora da chiarire a pieno, infatti, i danni che questa pianta può produrre sulla salute: parrebbe infatti provocare sterilità maschile e bassa pressione. Inoltre, giocando sulla confusione prodotta dal fatto che il dolcificante derivato può essere consumato anche dai diabetici, la stevia viene venduta di contrabbando come cura per il diabete.

Recommended Posts
CONTATTACI

Se hai bisogno di informazioni non esitare a contattarci via email o telefonando allo 011 500000!