La domanda più importante per raggiungere la felicità

 In Nutrition Coach

Aiutare i propri assistiti a connettersi con loro stessi e a essere presenti sul momento è uno dei compiti del coach, ed è uno strumento potente per raggiungere la felicità.
Ciò che rende felice una persona è molto spesso una cosa semplice e gratuita, ma se la felicità è così a portata di mano perché la maggior parte di noi fatica per raggiungerla?
Usare con un coachee la domanda “Cosa fa cantare il tuo cuore?”, cioè cosa lo rende felice e in pace col mondo, è un esercizio tanto semplice quanto efficace. Il coachee deve rispondere facendo una lista di 10 cose che “fanno cantare il suo cuore”, su cui poi si chiede di riflettere: è necessario far notare che solitamente tutti gli elementi della lista sono cose facilmente raggiungibili e ottenibili senza spesa o sforzo, come camminare scalzi sull’erba o il profumo del pane fresco. Si rifletterà poi sul perché, data la loro semplicità, non si effettuano queste azioni più spesso e su come si può incorporarle maggiormente nella propria vita quotidiana.
L’esercizio è ancora più efficace se svolto durante un workshop in cui i coachee possono lavorare in gruppi, riflettendo sulla similitudine di ciò che li rende felici e sul comune denominatore della semplicità di ottenere quella sensazione di benessere.
Inseguire la felicità credendo che si celi nelle grandi cose è inutile e frustrante. A volte basta davvero un atteggiamento aperto alle piccole cose della vita per trovare la causa di un sorriso. Dopotutto, come scriveva Nathaniel Hawthorne, “la felicità è una farfalla, che quando viene inseguita resta sempre fuori dalla nostra portata, ma che si può posare su di te quando siedi tranquillo.”

Per prenotare una visita chiama

Post recenti