La carbossiterapia

 In Benessere, Medicina Estetica

La carbossiterapia è una tecnica medica sviluppata in Francia negli anni ’30 che consiste nell’iniezione a livello sottocutaneo o intradermico di anidride carbonica attraverso aghi sottilissimi, al fine di migliorare l’elasticità  della pelle, stimolare le fibre collagene, contrastare le cellule adipose e riattivare la microcircolazione senza causare danni alle strutture circostanti.

Quali inestetismi vengono trattati con la carbossiterapia?

Gli inestetismi trattati con questa tecnica sono svariati e anche piuttosto importanti, come ad esempio le borse adipose perioculari e le occhiaie, il rilassamento cutaneo, le smagliature e la cellulite; queste ultime colpiscono moltissime donne e sono causate da fattori ormonali, accumulo di adipe e scarsa elasticità della pelle. Solo la carbossiterapia è in grado di trattare efficacemente questi inestetismi che spesso causano profondo imbarazzo nei soggetti colpiti, grazie alle sue azioni:

  • Vasodilatatoria, dovuta sia alla presenza dell’anidride carbonica che ad una maggiore pressione dell’ossigeno tessutale. Si creano anche nuovi capillari.
  • Stimolatoria della produzione di collagene, dovuta ad un finto messaggio di danno scatenato dall’iniezione di anidride carbonica, che quindi provoca una pronta risposta riparatoria dei tessuti.
  • Di lipolisi e lipoclasi, ovvero rottura delle cellule di grasso legata all’iperdistensione degli esterocettori sottocutanei, che rilasciano bradichinina, l’istamina, la serotonina e le catecolamine.

Cos’è la carbossiterapia?

La carbossiterapia è un procedimento non invasivo e non doloroso, oltre che sicuro in quanto l’anidride carbonica viene prodotta naturalmente dal nostro corpo e riassorbita nel giro di circa 5-10 minuti. Gli unici effetti collaterali che possono presentarsi sono un leggero fastidio temporaneo e piccoli ematomi in corrispondenza dell’iniezione che si riassorbono entro un paio di giorni.
Per ottenere risultati ottimali e duraturi è consigliabile sottoporsi ad una decina di sedute da 15-20 minuti ciascuna, ma i primi effetti sono apprezzabili già dopo le prime 5 iniezioni.
Ovviamente è necessario rivolgersi ad uno specialista qualificato che sappia personalizzare il trattamento in base alle proprie esigenze o, al contrario, sconsigliarlo in caso di gravidanza, insufficienze renali, cardiache, epatiche o respiratorie, anemie, problemi circolatori etc.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post suggeriti