Cos’è il Kefir e perchè dovremmo averlo in Casa?

 In Benessere Alimentare, Dieta

Il kefir è una bevanda ottenuta dalla fermentazione del latte con ceppi specifici di batteri chiamati granuli di kefir. È un prodotto cremoso e dal sapore leggermente acidulo, povero di lattosio per cui ben digeribile.

Il kefir può essere considerato un vero e proprio alimento probiotico dai comprovati effetti, poiché i fermenti lattici vivi ed i lieviti presenti:

  • svolgono un’azione modulatoria sulla composizione della flora batterica intestinale;
  • aumentano la resistenza del sistema immunitario contro batteri patogeni;
  • hanno effetti benefici generali sul tratto gastro-intestinale.

 

Un bicchiere di latte di Kefir da 175ml contiene:

  • Calorie: 100
  • Proteine: 6 grammi
  • Calcio: 20% della RDA (dose giornaliera raccomandata)
  • Fosforo: 20% della RDA
  • Vitamina B12: 14% della RDA
  • Riboflavina (B2): 19% della Rda
  • Magnesio: 5% della RDA
  • Vitamina D in tracce
  • Carboidrati: 7-8 grammi
  • Grassi: 3-6 grammi

 

Quali sono i benefici del Kefir?

Ha un effetto benefico sull’organismo:

  • favorisce la digestione
  • il controllo del peso
  • la salute mentale
  • eccellente antibatterico
  • migliora la salute delle ossa
  • ha un’azione protettiva nei confronti del cancro
  • migliora i sintomi di allergie e asma

Un recente studio pubblicato sull’International Journal of Oncology propone l’impiego del kefir nell’alimentazione di pazienti affetti da leucemia mieloide, poiché si è dimostrata un’azione di soppressione delle cellule tumorali umane da parte del Lactobacillus Kefiri.

In commercio sono disponibili sia il kefir già pronto, sia i fermenti specifici per prepararlo a casa. È sufficiente aggiungerli al latte vaccino, lasciare fermentare a temperatura ambiente per 24-48 ore e successivamente filtrare i granuli di kefir, che potranno essere utilizzati per ulteriori produzioni.
Poiché sono particolarmente adattabili, ci si può servire della stessa miscela di lieviti e batteri per la preparazione di kefir di tutti i tipi di latte, ma anche di acqua, tè ed altre bevande.

Il suo valore energetico varia ovviamente a seconda del latte utilizzato; 100 g di kefir possono apportare da un minimo di circa 30 kcal (se si utilizza latte di soia) a un massimo di circa 110 kcal (se si utilizza latte di pecora).

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post recenti