Scopri anche

inulina-integratore

FOS è un acronimo che sempre più spesso compare tra gli ingredienti di alimenti ed integratori: fa riferimento ai Frutto-Oligo-Saccaridi, fibre solubili formate da catene lunghe di fruttosio, di cui l’inulina è l’esponente più noto e studiato.
Sono naturalmente presenti in molti vegetali, soprattutto nelle radici di cicoria e topinambur, cipolle, aglio, carciofi, porri, asparagi, banane e tartufo bianco, e sono in commercio alcuni prodotti addizionati di inulina, come la pasta integrale.

I benefici dei FOS

L’industria usa i FOS principalmente come dolcificanti privi di calorie, ma la loro reale importanza sta nei benefici nutraceutici che possono apportare all’organismo: si tratta infatti di prebiotici, ovvero sostanze in grado di favorire la salute e l’eubiosi della flora intestinale, in particolare dei bifidobatteri, influenzando così lo stato di benessere generale.

I FOS arrivano infatti all’intestino senza essere digeriti, e possono aiutare i batteri intestinali a contrastare le condizioni che portano a stipsi, disordini gastrointestinali, ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, infezioni intestinali. Migliorano inoltre l’assorbimento di calcio, ferro e magnesio, aiutando a prevenire l’osteoporosi. Ci sono possibilità, non ancora verificate, che inulina e FOS abbiano un’azione protettiva contro i tumori al colon-retto.

Anche i pazienti diabetici possono beneficiare delle proprietà dei FOS, che migliorano glicemia e i profili lipidici e immunologici. Sono però ancora necessari degli accertamenti per poterli inserire nei trattamenti terapeutici contro questa patologia.

Integrazioni e controindicazioni

Questi zuccheri sono invece sconsigliati a chi soffre di Sindrome dell’Intestino Irritabile e a chi soffre di disturbi che prevedono una maggiore sensibilità alle fibre.

Salvo casi particolari, come la ripresa da una terapia antibiotica, non sono necessari integratori a base di inulina, perchè si trova in quantità sufficienti in una dieta sana ed equilibrata con le corrette quantità di frutta e verdura (in quantità comprese tra i 3 e i 10g). In ogni caso sono da evitare le integrazioni “fai da te” e bisogna sempre affidarsi ad una supervisione specialistica, perchè dosi eccessive possono provocare gonfiori e disturbi intestinali.

Per prenotare una visita chiama

In questa Sezione

Obesità e
sovrappeso

obesit-e-sovrappeso

Per obesità si intende un’alterazione metabolica caratterizzata da un disequilibrio tra massa grassa e massa magra…

Disturbi del comportamento alimentare

disturbi-alimentari

Secondo quanto indicato nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali dell’American Psychiatric Association…

Dieta low fodmap e
l’intestino irritabile

dieta-low-fodmap-e-la-sindrome-da-intestino-irritabile1

La sindrome da intestino irritabile, o IBS, con le patologie infiammatorie intestinali (IBD) sono tra i disturbi gastrointestinali…

Anoressia nervosa

anoressia-nervosa

L’anoressia nervosa rientra nella classificazione dei disturbi dell’alimentazione insieme alla bulimia nervosa…

Bulimia Nervosa

bulimia-nervosa

La bulimia nervosa rientra nella classificazione dei disturbi dell’alimentazione insieme all’anoressia nervosa…

Diabete

diabete

Il diabete è una sindrome che comprende un gruppo di malattie metaboliche causate o da un difetto assoluto di secrezione dell’insulina…

Problemi
cardiovascolari

problemi-cardiovascolari

I problemi cardiovascolari sono un gruppo di patologie che colpiscono cuore e vasi sanguigni…

Sindrome dell’ovaio
policistico

sindrome-ovaio

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è un disturbo a livello endocrino che colpisce circa il 5-10% della popolazione femminile in età…

Morbo di crohn e rettocolite ulcerosa

morbo-di-crohn

Una malattia infiammatoria cronica dell’intestino è caratterizzata da infiammazione persistente del tratto intestinale ….

Celiachia

celiachia

La celiachia (MC) è una patologia infiammatoria cronica autoimmune, caratterizzata da un appiattimento…

Dislipidemia

dislipidemia

Le dislipidemie sono processi morbosi caratterizzati da alterazioni quantitative e/o qualitative della produzione…

Patologie tumorali

Inulina

Un’alimentazione non corretta dal punto di vista qualitativo e quantitativo aumenta sensibilmente il rischio di tumore maligno: si stima…

Endometriosi

endometriosi

L’endometriosi è una patologia estrogeno-dipendente caratterizzata dalla presenza di cellule dell’endometrio…

Disturbi della tiroide

tiroide

Il 10% della popolazione italiana soffre di disturbi della tiroide. Lo iodio è un elemento fondamentale per la sintesi di ormoni tiroidei…

Iperuricemia

iperuricemia

Secondo gli ultimi dati epidemiologici sull’incidenza di malattie metaboliche, i livelli medi di acido urico nel sangue stanno…

Argomenti che potrebbero interessarti