Introduzione ai probiotici

Ultimamente si parla molto di probiotici e dei loro benefici, e di come il microbioma influenzi la nostra salute.

Ma cosa sono i probiotici?

I probiotici sono microrganismi vivi e attivi ingeriti per alterare la flora gastrointestinale in modo da ottenere vantaggi per la salute. Sono comunemente noti come batteri “buoni” e competono con i batteri cattivi per supportare l’organismo in un processo digestivo ottimale e in un sistema immunitario funzionale.

Perchè sono importanti per la nostra salute?

I probiotici aiutano a creare un equilibrio salutare nel tratto digerente: se questo equilibrio si spezza a causa di una malattia, un ciclo di antibiotici, carenze nella dieta o eccedenza di batteri dannosi, possono presentarsi problemi gastrointestinali. Anche se sono necessari ulteriori studi, è abbastanza chiaro che siano d’aiuto per:

  • prevenire o trattare diarrea causata da infezioni e antibiotici
  • migliorare i sintomi della sindrome da intestino irritabile
  • aumentare il sistema immunitario
  • ridurre le infiammazioni e le allergie

I probiotici sono adatti a tutti?

I probiotici sono sicuri per le persone in buona salute generale. I rari effetti collaterali includono leggeri disturbi del tratto digerente come la produzione di gas. Come nel caso di qualunque integratore o farmaco, è necessario sempre discutere con il proprio medico prima di assumere i probiotici, è questo vale in particolar modo in caso di deficit immunitari.

Cibi che contengono naturalmente probiotici:

  • yogurt
  • kefir
  • miso
  • kimchi
  • crauti sott’aceto
  • cetriolini sott’aceto

Raccomandazioni per l’assunzione di probiotici

I potenziali benefici dei probiotici sono ben noti, ma non esistono applicazioni valide per tutti: ne esistono infatti di diversi tipi, ciascuno con una particolare funzione o proprietà sull’organismo. Inoltre, l’integrazione alimentare a base di probiotici è una nuova area di ricerca. La letteratura attuale ne consiglia l’uso soprattutto per condizioni legate alla salute del tratto digerente.
Ci sono poi alcuni punti da tenere a mente:

  • trovare l’equilibrio giusto per le necessità individuali
  • seguire le indicazioni di conservazione, perchè alcuni probiotici devono essere riposti in frigo
  • controllare la data di scadenza
  • provare sia cibi che integratori, anche se questi ultimi contengono concentrazioni maggiori

Infine, è importante seguire una dieta ricca di nutrienti e di fibre (quindi con frutta, vegetali e cereali integrali). I probiotici infatti si nutrono di fibre e creano colonie in grado di mantenere l’intestino in salute e in equilibrio.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post suggeriti