Impatto della dieta mediterranea sulla salute dei pazienti diabetici

Un recente studio ha analizzato la relazione tra un regime dietetico di tipo mediterraneo (e suoi singoli componenti) e il tasso di rischio cardiovascolare, il livello di glucosio nel sangue e l’indice di massa corporea su circa 2500 pazienti affetti da diabete di tipo 2.
Sono stati posti dei questionari per valutare l’aderenza alla dieta mediterranea, con un punteggio alto corrispondente ad una miglior qualità della dieta e ad una maggiore fedeltà alle raccomandazioni nutrizionali per i diabetici.
Anche nel gruppo con il punteggio più alto, però, solo una piccola parte dei partecipanti ha dimostrato di raggiungere la raccomandazione per la quantità di fibre e di grassi saturi (rispettivamente 17% e 30%).
In ogni caso, un alto punteggio è risultato associato a un più basso livello di lipidi nel plasma e di emoglobina glicata, una minor pressione sanguigna e un minor indice di massa corporea.
Sono state analizzate anche le relazioni tra i singoli alimenti della dieta mediterranea e i risultati dei trattamenti per migliorare i livelli di questi elementi di rischio.
I risultati supportano l’idea che la dieta mediterranea sia un modello sostenibile per i pazienti diabetici e che i suoi principali benefici consistano nella sinergia tra i suoi vari componenti piuttosto che nella loro azione singola.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post suggeriti