Immagine corporea negativa

 In Benessere, Medicina Estetica

I disturbi legati all’alimentazione non prendono sempre la forma più nota e palese di anoressia, bulimia, digiuni e comportamenti eliminatori scorretti, ma possono agire anche in maniera più subdola, esclusivamente sulla psiche del soggetto, rendendo quindi più difficile individuarli e combatterli.
Uno dei comportamenti legati a questi disturbi è l’evitamento dell’esposizione del proprio corpo per via dell’idea completamente negativa che se ne ha. Chi soffre di questa forma di insicurezza evita di pesarsi, di indossare vestiti aderenti, di cambiarsi in presenza di estranei, tanto da arrivare a compromettere le relazioni interpersonali anche più intime, come quelle con il proprio partner. L’idea irrazionale che il proprio corpo sia esteticamente inaccettabile spinge il soggetto a tenersi lontano da qualunque situazione in cui possa ricevere delle critiche negative su di esso, ma così facendo si reclude anche la possibilità di avere delle opinioni oggettive e di imparare a reagire in modo equilibrato nel momento in cui le critiche, nonostante le precauzioni, dovessero arrivare.

Come combattere l’insicurezza e i disturbi legati all’alimentazione?

Combattere questi meccanismi è possibile, anche se il processo è tanto più difficile quanto più essi hanno avuto modo e tempo di radicarsi nella mente della persona.
Un primo passo può essere elencare le situazioni in cui si evita di esporre il proprio corpo, ordinandole a seconda dell’entità del disagio. Mettere per iscritto le proprie sensazioni può aiutare a razionalizzarle ed esorcizzarle.
In secondo luogo, è necessario un percorso graduale e pianificato attentamente in cui si riprende il contatto con il proprio corpo, affrontando le situazioni di disagio precedentemente elencate da quella meno grave fino a quella più difficile.
Il primo a dover ricominciare ad accettare il proprio corpo è il soggetto stesso, che col tempo dovrà imparare di nuovo a guardarsi allo specchio, a non vestirsi e svestirsi al buio e a evitare abiti poco lusinghieri. Da lì, la strada per ricominciare a esporsi agli altri senza sentirsi in soggezione o a disagio è tutta in discesa.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post recenti