Il bulgur

 In Dieta, Vario

Il bulgur è il risultato della lavorazione del grano integrale: i chicchi sono cotti al vapore ed essiccati, macinati e ridotti in piccoli pezzi.

Ne esistono di due dimensioni a seconda dell’uso.

  • il “grande” è fatto di pezzetti delle dimensioni di 2-4 mm è indicato per le minestre in brodo e le zuppe;
  • il ”fine”, invece, si utilizza più spesso nei piatti freddi o come accompagnamento in piatti unici e insalate.

Questo alimento è ricco di carboidrati complessi, per lo più amido, proteine e povero di grassi. L’apporto calorico è di 350 Kcal per 100 g di bulgur.  La pellicola esterna del chicco racchiude una buona quantità di sali minerali ( magnesio, potassio, ferro, fosforo) . Nel frumento crudo sono contenute le vitamine B1, B2, PP ed E, il bulgur è anche una buona fonte di fibra alimentare.

Per conservare la maggior parte delle sue caratteristiche nutrizionali è fondamentale scegliere il bulgur integrale crudo a lavorazione più fine possibile e aggiungere il doppio in peso di acqua bollente e attendere 20-25 minuti finché i granuli assorbono l’acqua. Per una ricetta più strutturata si possono sfruttare le tecniche usate per il riso, in pratica cuocerlo e condirlo esattamente come si farebbe con un comune risotto.

L’uso del bulgur è adatto ai paziente anemici, alle mamme in allattamento e alle donne in gravidanza. infatti ha un buon potere saziante quindi è l’alimento ideale per chi ha bisogno di seguire una dieta dimagrante.

Recent Posts
CONTATTACI

Se hai bisogno di informazioni non esitare a contattarci via email o telefonando allo 011 500000!