Frutta e verdura sicure

 In News, Vario

La frutta e la verdura della nostra dieta devono essere abbondanti ma sicure cioè prive di pesticidi e diserbanti o residui di sostanze chimiche.

Questi prodotti sono infatti potenzialmente dannose per l’organismo. Pertanto un buon lavoro di “pulizia e lavaggio” è doveroso prima di metterle in tavola.

Anche se il lavaggio con acqua semplice può fare molto, aggiungendo alcune dosi di acido (limone e aceto ad esempio) è possibile ottenere una soluzione dall’elevato potere disinfettante.

In questo modo si rimuovono sporco, insetti e detriti. Inoltre l’aceto aiuta ad uccidere le spore della muffa che possono trovarsi su alcuni alimenti. Il cibo si conserverà più lungo in frigo, mentre i germi e batteri saranno rimossi senza danneggiare il cibo.

Infine il sale, i cui benefici sono simili a quelli dell’aceto, aiuta a mantenere la freschezza e il gusto naturale della vostra frutta o verdura.

Dieci regole d’oro

Di seguito alcune regole d’oro per lavare bene frutta e verdura e consumarla in tutta tranquillità.

  1. Assicuratevi di risciacquare bene e asciugare tutta la frutta e la verdura prima di riporla in frigorifero
  2. Non conservate il cibo nei sacchetti di plastica
  3. Mantenete puliti i piani della cucina, il frigorifero, le pentole e le posate
  4. Lavatevi sempre le mani prima di preparare i pasti e dopo aver toccato frutta e verdura
  5. Disponete le verdure fresche e la frutta e lontano dalle carni non cotte per evitare ogni contaminazione
  6. Lavate tutti i prodotti pre-confezionati, anche se l’etichetta riporta la dicitura “pre-lavati”.
  7. Pulite tutto, anche le parti che non si mangiano. I batteri possono sopravvivere sulla buccia di alimenti come banane, patate o rape e pertanto possono trasferirsi sul coltello utilizzato per sbucciarli e tagliarli, così come sulle mani
  8. Strofinate delicatamente frutta e verdura sotto l’acqua corrente. Non utilizzate saponi, detergenti, candeggianti (ad esempio ‘Amuchina’) o altri prodotti chimici per la pulizia, se non in casi particolari
  9. Il bicarbonato sciolto in acqua è una valida alternativa quando si rende necessaria una pulizia più accurata (ad esempio per eliminare tracce di terra persistenti) ed è un accorgimento sufficiente per difendersi dalla toxoplasmosi, soprattutto durante la gravidanza.
  10. Una volta sbucciati o tagliati, i prodotti ortofrutticoli devono essere riposti nel frigorifero entro 2 ore (in particolare d’estate) mentre, una volta lavati, non devono essere refrigerati (in questo modo si favorirebbe lo sviluppo dei batteri patogeni).

fonte: www.tuttogreen.it

Recommended Posts
CONTATTACI

Se hai bisogno di informazioni non esitare a contattarci via email o telefonando allo 011 500000!