iperuricemia

Secondo gli ultimi dati epidemiologici sull’incidenza di malattie metaboliche, i livelli medi di acido urico nel sangue stanno aumentando a causa dei sempre crescenti casi di sovrappeso e delle modificate abitudini alimentari, fino allo sviluppo di malattie come la gotta e prima ancora l’iperuricemia.

L’iperuricemia è una patologia causata dalla presenza eccessiva di purine, dal cui metabolismo deriva l’acido urico, responsabile di infiammazioni articolati. Altri disturbi legati ad un eccesso di acido urico sono la formazione di composti (urato di calcio) responsabili della formazione di calcoli renali (urolitiasi), un aumentato rischio di ipertensione arteriosa, la sindrome metabolica e malattie cardiovascolari.

identificazione di un soggetto iperuricemico

Per consentire l’identificazione di un soggetto affetto da iperuricemia si deve fare riferimento ai livelli di acido urico nel sangue, individuabili con delle semplici analisi: tali livelli devono essere superiori ai 7mg/dl nell’uomo e a 6,5mg/dl nella donna, ma solo se registrati a seguito di una dieta ipopurinica di almeno 5 giorni, periodo durante il quale non dovranno essere assunti farmaci che alterino i dati relativi all’uricemia. Qualora i livelli di acido urico superino i 9mg/dl, si presenta l’ulteriore rischio di gotta che richiede i relativi interventi curativi.

Spesso la prevenzione alla iperuricemia si attua già in età pediatrica e tra gli adolescenti, per i quali interventi dietetici basati sul controllo dei livelli di acido urico riducono la possibilità dell’insorgenza dell’iperuricemia in età adulta.

alimenti vietati per la prevenzione dell’iperuricemia

Fra gli alimenti vietati in questi regimi dietetici per la prevenzione dell’iperuricemia si trovano, oltre a frattaglie, molluschi, selvaggina, estratti di carne, anche cereali integrali, legumi, frutta secca a guscio, ortaggi come spinaci e cavolfiori. La più consistente fonte di acido urico è però il mondo animale. È consigliabile anche fare attenzione al fruttosio, specie se usato in elevate quantità come dolcificante, ai superalcolici e alcolici, anche se il vino rosso pare non creare problemi se assunto con moderazione. Importante anche una buona idratazione, la pratica regolare di attività fisica e, se necessario, un calo di peso.

Per prenotare una visita chiama

In questa Sezione

Obesità e
sovrappeso

obesit-e-sovrappeso

Per obesità si intende un’alterazione metabolica caratterizzata da un disequilibrio tra massa grassa e massa magra…

Disturbi del comportamento alimentare

disturbi-alimentari

Secondo quanto indicato nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali dell’American Psychiatric Association…

Dieta low fodmap e
l’intestino irritabile

dieta-low-fodmap-e-la-sindrome-da-intestino-irritabile1

La sindrome da intestino irritabile, o IBS, con le patologie infiammatorie intestinali (IBD) sono tra i disturbi gastrointestinali…

Anoressia nervosa

anoressia-nervosa

L’anoressia nervosa rientra nella classificazione dei disturbi dell’alimentazione insieme alla bulimia nervosa…

Bulimia Nervosa

bulimia-nervosa

La bulimia nervosa rientra nella classificazione dei disturbi dell’alimentazione insieme all’anoressia nervosa…

Diabete

diabete

Il diabete è una sindrome che comprende un gruppo di malattie metaboliche causate o da un difetto assoluto di secrezione dell’insulina…

Problemi
cardiovascolari

problemi-cardiovascolari

I problemi cardiovascolari sono un gruppo di patologie che colpiscono cuore e vasi sanguigni…

Sindrome dell’ovaio
policistico

sindrome-ovaio

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è un disturbo a livello endocrino che colpisce circa il 5-10% della popolazione femminile in età…

Morbo di crohn e rettocolite ulcerosa

morbo-di-crohn

Una malattia infiammatoria cronica dell’intestino è caratterizzata da infiammazione persistente del tratto intestinale ….

Celiachia

celiachia

La celiachia (MC) è una patologia infiammatoria cronica autoimmune, caratterizzata da un appiattimento…

Dislipidemia

dislipidemia

Le dislipidemie sono processi morbosi caratterizzati da alterazioni quantitative e/o qualitative della produzione…

Patologie tumorali

Iperuricemia

Un’alimentazione non corretta dal punto di vista qualitativo e quantitativo aumenta sensibilmente il rischio di tumore maligno: si stima…

Endometriosi

endometriosi

L’endometriosi è una patologia estrogeno-dipendente caratterizzata dalla presenza di cellule dell’endometrio…

Disturbi della tiroide

tiroide

Il 10% della popolazione italiana soffre di disturbi della tiroide. Lo iodio è un elemento fondamentale per la sintesi di ormoni tiroidei…

Iperuricemia

iperuricemia

Secondo gli ultimi dati epidemiologici sull’incidenza di malattie metaboliche, i livelli medi di acido urico nel sangue stanno…

CONTATTACI

Se hai bisogno di informazioni non esitare a contattarci via email o telefonando allo 011 500000!