dislipidemia

Le dislipidemie sono processi morbosi caratterizzati da alterazioni quantitative e/o qualitative della produzione, metabolismo o eliminazione dei lipidi. Possono essere causate sia da condizioni genetiche che ambientali (talvolta da entrambe contemporaneamente).

L’importanza clinica della dislipidemia deriva essenzialmente dal ruolo nella genesi e aggravamento dell’aterosclerosi, della cardiopatia ischemica, della trombosi carotidea. Inoltre spesso sono associate ad altri fattori di rischio quali diabete mellito, obesità viscerale, ipertensione arteriosa, sindrome metabolica e iperuricemia.

I valori lipemici normali, ossia desiderabili in un adulto senza fattori di rischio, sono:

  • colesterolemia totale < 200 mg/dl
  • colesterolemia LDL < 160 mg/dl
  • colesterolemia HDL > 40 mg/dl nel maschio, >45 nella femmina
  • trigliceridemia < 70 mg/dl

potere aterogeno degli alimenti

Gli alimenti sono in grado di modificare il rischio di aterosclerosi a seconda del loro contenuto di grassi.

  • Alimenti più aterogeni: latte intero, latte condensato, yogurt di latte intero, burro, panna, formaggi con percentuale di grassi > 30%, olio di palma, margarina solida, maionese, dolci con panna e burro, cioccolato non amaro, creme commerciali, carni grasse, molluschi, crostacei, insaccati grassi.
  • Alimenti meno aterogeni: carne di coniglio, carne magra di pollo e manzo e vitello, prosciutto crudo magro, bresaola, speck, pesci magri e grassi, formaggi con contenuto di grassi < 30%.
  • Alimenti che contengono molto colesterolo: tuorlo d’uovo, gamberi, crostacei, molluschi e aragoste, burro, formaggi grassi, carni rosse.

Una dieta volta a ridurre l’ingestione di cibi altamente aterogeni può aiutare a tenere sotto controllo le dislipidemie e i suoi principi fondamentali sono:

  • riduzione apporto calorico in pazienti in sovrappeso
  • riduzione apporto lipidico e glicidico, in particolare di glicidi semplici (fruttosio)
  • preferenza olio di semi
  • dieta ricca di frutta e verdura
  • legumi
  • pasta, riso, pane preferibilmente integrali
  • abolizione di alcolici in genere

La dieta può essere supportata dai benefici di integratori ad azione ipolipemizzante come fitosteroli, fitoestrogeni, poliglusamina, alfa-ciclodestrina, chitosano, lecitina, olio di germe di grano, pappa reale, tè verde, riso rosso fermentato, tarassaco, garcinia cambogia, guar, olio di pesce, avena.

Per prenotare una visita chiama

In questa Sezione

Obesità e
sovrappeso

obesit-e-sovrappeso

Per obesità si intende un’alterazione metabolica caratterizzata da un disequilibrio tra massa grassa e massa magra…

Disturbi del comportamento alimentare

disturbi-alimentari

Secondo quanto indicato nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali dell’American Psychiatric Association…

Dieta low fodmap e
l’intestino irritabile

dieta-low-fodmap-e-la-sindrome-da-intestino-irritabile1

La sindrome da intestino irritabile, o IBS, con le patologie infiammatorie intestinali (IBD) sono tra i disturbi gastrointestinali…

Anoressia nervosa

anoressia-nervosa

L’anoressia nervosa rientra nella classificazione dei disturbi dell’alimentazione insieme alla bulimia nervosa…

Bulimia Nervosa

bulimia-nervosa

La bulimia nervosa rientra nella classificazione dei disturbi dell’alimentazione insieme all’anoressia nervosa…

Diabete

diabete

Il diabete è una sindrome che comprende un gruppo di malattie metaboliche causate o da un difetto assoluto di secrezione dell’insulina…

Problemi
cardiovascolari

problemi-cardiovascolari

I problemi cardiovascolari sono un gruppo di patologie che colpiscono cuore e vasi sanguigni…

Sindrome dell’ovaio
policistico

sindrome-ovaio

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è un disturbo a livello endocrino che colpisce circa il 5-10% della popolazione femminile in età…

Morbo di crohn e rettocolite ulcerosa

morbo-di-crohn

Una malattia infiammatoria cronica dell’intestino è caratterizzata da infiammazione persistente del tratto intestinale ….

Celiachia

celiachia

La celiachia (MC) è una patologia infiammatoria cronica autoimmune, caratterizzata da un appiattimento…

Dislipidemia

dislipidemia

Le dislipidemie sono processi morbosi caratterizzati da alterazioni quantitative e/o qualitative della produzione…

Patologie tumorali

Dislipidemia

Un’alimentazione non corretta dal punto di vista qualitativo e quantitativo aumenta sensibilmente il rischio di tumore maligno: si stima…

Endometriosi

endometriosi

L’endometriosi è una patologia estrogeno-dipendente caratterizzata dalla presenza di cellule dell’endometrio…

Disturbi della tiroide

tiroide

Il 10% della popolazione italiana soffre di disturbi della tiroide. Lo iodio è un elemento fondamentale per la sintesi di ormoni tiroidei…

Iperuricemia

iperuricemia

Secondo gli ultimi dati epidemiologici sull’incidenza di malattie metaboliche, i livelli medi di acido urico nel sangue stanno…

CONTATTACI

Se hai bisogno di informazioni non esitare a contattarci via email o telefonando allo 011 500000!