dieta in soggetti con displipidemia (ipertrigliceridemia)

 In Dieta

L’obiettivo prioritario di una dieta per displipidemia è la riduzione della trigliceridemia attraverso un regime moderatamente ipocalorico, ipolipidico e ricco di fibre fino al raggiungimento di valori inferiori ai 200 mg/dl.

In corso di dieta occorre tenere sotto controllo le variazione biologiche della trigliceridemia, utilizzando integratori di fibra idrosolubile e niacina, ottenendo un peso ragionevole, regolarizzando le abitudini alimentari con riferimento al modello di dieta mediterranea, incrementando l’attività fisica di tipo aerobico, verificando i fattori indipendenti dalla dieta che inducono ipertrigliceridemia .

Particolare importanza in questa fase è il monitoraggio della trigliceridemia nei soggetti a rischio (uomini, donne in menopausa, diabetici, soggetti con ipertensione, con storia familiare, fumatori, obesi con adiposità addominale-viscerale e patologia renale cronica).

Qui riporto un esempio di dieta giornaliera da 1500 Kcal.

COLAZIONE
• 125 g di yogurt scremato
• 40 g di fette biscottate integrali

SPUNTINO
• 200 g di arancia

PRANZO
• 70 g di pasta con carciofi
• 100 g di vitello magro ai ferri
• 100 g di insalata di radicchio rosso
• 40 di pane integrale
• 200 g di kiwi

SPUNTINO
• 30 g di pane con un cucchiaino raso di miele

CENA
• 60 g di speck
• 150 g di giardiniera di verdure
• 60 g di pane integrale

20 g di olio di oliva da distribuire nei pasti della giornata

bibliografia: “principi nutrizionali e proposte dietetiche”

Per prenotare una visita chiama

CONTATTACI

Se hai bisogno di informazioni non esitare a contattarci via email o telefonando allo 011 500000!