Couperose e macchie solari

 In Medicina Estetica

La pelle del viso può essere soggetta a numerosi inestetismi più o meno fastidiosi. Uno tra questi è la couperose, ovvero un arrossamento diffuso e generalizzato della cute dovuto alla dilatazione dei vasi sanguigni sottostanti. Oltre al disagio prettamente estetico la couperose può causare fastidiose vampate di calore nella zona interessata in caso di forti emozioni o sbalzi climatici. Si presenta più facilmente nelle donne sopra i 30 anni con una pelle già in partenza sensibile e sottile. Nei casi più estremi può evolversi in rosacea, un’infiammazione cronica dei follicoli piliferi che porta a microlesioni vascolari e pustole. Non è ancora stata individuata una causa univoca, a parte la predisposizione genetica, ma l’esposizione frequente a intemperie e radiazioni, l’eccesso di alcool, di alimenti eccitanti e di spezie, carenze vitaminiche e forti emozioni possono peggiorare questo inestetismo.

La cura della couperose

Una tecnica efficace per la cura della couperose è il laser vascolare, assolutamente indolore e in grado di trattare solo i capillari danneggiati senza interessare le cellule circostanti. Anche in seguito a questo trattamento, però, il disturbo può ricomparire perché la pelle rimane sensibile: bisogna quindi evitare esposizioni prolungate al sole e utilizzare prodotti cosmetici in grado di proteggere e rinforzare i capillari, come quelli a base di sostanze antiossidanti (come la vitamina C ed E), in grado di ritardare la degenerazione cellulare dovuta all’invecchiamento, e quelli lenitivi, decongestionanti e antinfiammatori.

Il melasma solare

Un altro problema comune è quello del melasma solare, che si presenta come macchie più scure soprattutto tra naso e labbro superiore, ma anche su fronte, guance, decolleté e arti. La causa principale è un’esposizione eccessiva e non protetta al sole o alle lampade abbronzanti, peggiorata dall’utilizzo di alcuni profumi, cosmetici e medicinali (antidepressivi e anticoncezionali) che possono diventare fotosensibilizzanti e portare ad una produzione eccessiva di melanina in determinate zone del corpo, oppure da condizioni di forte stress e squilibri ormonali. Alcune macchie compaiono con l’avanzare dell’età, mentre altre sono temporanee e legate a determinati periodi della vita, come la gravidanza

Prevenzione e cura del melasma solare

L’arma principale contro la comparsa delle macchie brune è la prevenzione: l’esposizione al sole va effettuata solo moderatamente e con un adeguato filtro protettivo.  In caso di macchie già presenti si può effettuare un peeling, ovvero un trattamento a base di particolari acidi in grado sia di esfoliare la pelle eliminando lo strato più scuro, sia di regolare la produzione di melanina riportandola a livelli normali. In alternativa si può utilizzare nuovamente il laser; per entrambi i trattamenti è necessario un periodo di tre mesi in cui si deve prestare particolare attenzione all’esposizione al sole anche involontaria e applicare un filtro protettivo alto più volte al giorno.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post suggeriti