Alcuni consigli per mangiare bene d’estate

 In Benessere, Benessere Alimentare, Dieta

Con il caldo e le attività all’aria aperta dell’estate diventa necessario alimentarsi in modo corretto per combattere il senso di stanchezza e spossatezza che più facilmente avvertiremo e reintegrare i sali minerali persi con la sudorazione. D’estate è anche più frequente avere dei ritmi di vita sregolati e mangiare fuori casa, a discapito della qualità del cibo e della nostra linea. Con alcuni piccoli accorgimenti è però possibile alimentarsi anche d’estate in modo completo, nutriente e leggero, tutelando la nostra salute:

 

  • Mantenersi idratati: in estate è quanto mai importante bere a sufficienza, per reintegrare i liquidi persi con la sudorazione e scongiurare il rischio di disidratazione, soprattutto per bambini, anziani e donne incinte. La disidratazione può portare a forti malesseri, capogiri, stanchezza e stati confusionali. L’ideale sarebbe bere almeno un litro e mezzo (o 8 bicchieri) di acqua al giorno. L’acqua combatte inoltre il ristagno di liquidi che causa la cellulite.
  • Non tutte le bevande vanno bene: molte bevande tipicamente estive, come succhi di frutta, tè freddi e bibite gasate, sono ricche di zuccheri e “calorie vuote” (sono cioè prive di valore nutrizionale), e rischiano addirittura di accentuare la disidratazione richiamando liquidi nell’intestino. Gli alcolici e i superalcolici hanno lo stesso problema, oltre ad essere forti vasodilatatori: aumentando l’afflusso di sangue accentuano la sensazione di calore e la sudorazione, favorendo la perdita di liquidi.
  • Consumare frutta e verdura fresche: frutta e verdura sono un modo variegato e nutriente per mantenerci idratati, e reintegrano inoltre i sali minerali persi con la sudorazione e le vitamine che ci aiutano a mantenerci energetici e in salute. L’ideale sarebbe consumarne 5-6 porzioni al giorno, possibilmente fresche, di stagione e alternando quelle crude a quelle cotte.
  • Attenzione alla conservazione degli alimenti: col caldo estivo gli alimenti si deteriorano più rapidamente, perciò è fondamentale conservarli adeguatamente mantenendoli al fresco e prestando attenzione al ciclo del freddo: un alimento mal conservato può favorire la formazione di batteri intestinali dannosi in grado di provocare gastroenteriti e stati di disidratazione.
  • L’importanza di spuntini e merende: anche se col caldo può venire la tentazione di saltare i pasti, è meglio piuttosto mangiare meno ma regolarmente, senza trascurare l’importanza di spuntini e merende spezzafame, in grado di mantenere attivo il nostro metabolismo e stabili i livelli glicemici (evitandoci così fastidiosi cali di zuccheri, con conseguenti capogiri e malori). Eviteremo inoltre di arrivare al pasto principale con troppa fame e rischiando di mangiare in eccesso. Ottimi spuntini estivi possono essere un gelato artigianale alla frutta, una manciata di frutta secca, un frutto di stagione, uno yogurt o un frullato.
  • Favorire la digestione: il caldo rallenta la digestione, quindi è importante favorirne il corso evitando preparazioni troppo elaborate, pesanti, fritte o ricche di condimenti, preferendo piatti leggeri e semplici, ricchi di acqua e fibre, possibilmente cotti al vapore in modo da mantenere intatto l’apporto nutritivo e conditi con olio extravergine d’oliva.
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post suggeriti
CONTATTACI

Se hai bisogno di informazioni non esitare a contattarci via email o telefonando allo 011 500000!