Il cioccolato fondente, amico della linea

Il cioccolato è tradizionalmente considerato un cibo eccessivamente calorico, da consumare con estrema moderazione o evitare completamente. Questo è vero per quanto riguarda il cioccolato al latte e bianco, mentre il cioccolato fondente può essere consumato anche da chi è a dieta e può anzi rappresentare un aiuto per dimagrire, nonostante il suo alto contenuto calorico (546kcal per 100g) e in grassi (il 30% del peso).

Per essere considerato fondente puro il cioccolato deve contenere almeno il 43% di cacao, oltre a burro di cacao e zucchero, senza altre fonti di grassi vegetali, e andrebbe consumato preferibilmente dopo colazione, nella varietà più amara e in una porzione di circa 40g.
In tal modo, secondo le ricerche, aumenterebbe la perdita di peso complessiva di circa il 10%, all’interno di un regime ipocalorico, plausibilmente grazie al suo contenuto in caffeina, polifenoli e teobromina che aiutano ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo e a ridurre l’assorbimento del glucosio. Inoltre concedersi un’eccezione dolce rende meno inclini a trasgredire alla dieta in modo più grave.
Altri noti benefici del cioccolato fondente sono la sua azione antiossidante, grazie al contenuto di polifenoli che proteggono dalle malattie cardiovascolari, la sua azione positiva sul tono dell’umore, grazie a teobromina, caffeina e serotonina, e il suo apporto di fibre, magnesio e vitamina E.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post suggeriti