Che cos’è il Botox?

La tossina botulinica è un farmaco che indebolisce o paralizza i muscoli. In piccole dosi, può ridurre le rughe della pelle e aiutare a trattare alcune condizioni mediche.

Botox: tutto quello che è necessario sapere!

La tossina botulinica è prodotta dal batterio Clostridium botulinum. Si tratta della stessa tossina che causa il botulismo.  Ha sia usi cosmetici che medici. Come trattamento cosmetico, le iniezioni di tossina botulinica possono ridurre la comparsa delle rughe della pelle.
Inoltre, la Food and Drug Administration (FDA) lo ha approvato come trattamento per vari problemi di salute, tra cui spasmi palpebrali, sudorazione eccessiva, alcuni disturbi della vescica ed emicrania. La tossina botulinica deriva dai batteri C. botulinum , presenti in molti ambienti naturali, essi sono generalmente innocui. I problemi sorgono solo quando le spore si trasformano e la popolazione cellulare aumenta. Ad un certo punto, i batteri iniziano a produrre la tossina botulinica, la neurotossina mortale responsabile del botulismo.

Quando la tossina botulinica viene utilizzata in modo appropriato in un contesto terapeutico, è sicuro e ha pochi effetti collaterali, riferisce l’American Osteopathic College of Dermatology .

La tossina botulinica è una neurotossina e ,in quanto tale, colpisce il sistema nervoso interrompendo i processi di segnalazione nervosa che stimolano la contrazione muscolare.  Affinché un muscolo si contragga, i nervi rilasciano un messaggero chimico chiamato acetilcolina nella giunzione in cui le terminazioni nervose incontrano le cellule muscolari. L’acetilcolina si lega ai recettori delle cellule muscolari e fa contrarre o accorciare le cellule.

Le iniezioni di tossina botulinica impediscono il rilascio di acetilcolina, che arresta la contrazione delle cellule muscolari. In questo modo, la tossina aiuta i muscoli a diventare meno rigidi.

Il principale uso cosmetico della tossina botulinica è ridurre la comparsa delle rughe del viso. Gli effetti sono temporanei e durano dai 3 ai 12 mesi , a seconda del tipo di trattamento. Le persone spesso richiedono le iniezioni nelle seguenti aree del viso:

  • Rughe tra le sopracciglia, chiamate rughe di espressione o rughe glabellari
  • Rughe intorno agli occhi, note come zampe di gallina
  • Pieghe orizzontali sulla fronte
  • Linee agli angoli della bocca
  • Pelle “acciottolata” sul mento

Tuttavia, la FDA ha approvato solo le iniezioni per l’uso intorno agli occhi e sulla fronte. Gli operatori sanitari usano anche la tossina botulinica per trattare una varietà di condizioni mediche, la maggior parte delle quali colpisce il sistema neuromuscolare.

Per quali usi la FDA ha approvato la tossina botulinica?

La FDA ha approvato la tossina botulinica per i seguenti usi:

  • Spasticità degli arti superiori, in chiunque abbia più di 2 anni
  • Occhi incrociati, o strabismo, in individui di età superiore ai 12 anni
  • Grave sudorazione ascellare o iperidrosi
  • Per prevenire l’emicrania nelle persone il cui mal di testa dura almeno 4 ore su 15 o più giorni al mese
  • Per ridurre i sintomi di una vescica iperattiva a causa di una condizione neurologica se i farmaci anticolinergici non aiutano
  • Spasmi palpebrali o blefarospasmo, dovuti a distonia
  • Un disturbo neurologico del movimento chiamato distonia cervicale che colpisce la testa e provoca dolore al collo

Secondo una revisione del 2017 delle prove esistenti, altri problemi e condizioni mediche che possono trarre vantaggio dall’uso off-label di Botox includono:

  • Arrossamento del viso e vampate di calore, anche durante la menopausa
  • Cheloidi e cicatrici dalla guarigione delle ferite
  • Idrosadenite suppurativa, una malattia infiammatoria della pelle
  • Lesioni vesciche dovute alla malattia di Hailey-Hailey, una malattia genetica rara

Tuttavia, la conferma che la tossina botulinica sia sicura ed efficace per usi off-label richiederà ulteriori ricerche per stabilirne anche le modalità di impiego.

I medici usano la tossina botulinica diluendo la polvere in soluzione salina e iniettandola direttamente nel tessuto neuromuscolare.

Le persone dovrebbero evitare di usare la tossina botulinica durante la gravidanza o l’allattamento al seno o se hanno avuto una reazione allergica al farmaco o ad uno qualsiasi dei suoi ingredienti.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post recenti