Alimentazione nella depressione

 In Benessere

Per il trattamento della depressione è importante l’apporto di un’adeguata alimentazione.

Depressione ed alimentazione: il glucosio

Il glucosio stimola la produzione di insulina, che facilita il passaggio del triptofano nel sistema nervoso centrale e la sua conversione in serotonina in presenza di adeguate quantità di certe vitamine, specialmente la B6. Sono consigliabili i cibi a medio-basso indice glicemico, che evitano troppo brusche variazioni della glicemia, dell’insulinemia e della disponibilità cerebrale di serotonina, che possono generare riduzione e sbalzi del tono dell’umore. Ecco perché una cena ricca di cereali con poche proteine e pochi grassi, facilita il rilassamento e riduce la depressione; è concesso un po’ di cioccolato fondente o un dolcetto prima di dormire.

La serotonina

Il desiderio ripetuto, a volte impellente nei depressi, di ingerire cibi dolci, ricchi di zuccheri semplici, nasce dal bisogno di aumentare la serotonina cerebrale; questo desiderio cessa a favore dell’assunzione di cibi proteici quando la serotonina cerebrale è sufficientemente aumentata.  La banana è un frutto consigliato perchè contiene serotonina, glicidi e vitamine; sarebbe utile anche una modesta assunzione di mandorle.  Tra le verdure sono da privilegiare i vegetali a foglia verde ed i legumi, i quali aumentano la serotonina cerebrale.  Sono da favorire gli alimenti ad elevato contenuto di acidi grassi polinsaturi omega 3 , sono invece da limitare gli alimenti ricchi di acidi grassi saturi.

Le endorfine

Per aiutare a superare i periodi di cattivo umore è ammessa una moderata e occasionale assunzione di cibi particolarmente graditi, che favoriscono il rilascio delle endorfine

Recommended Posts
CONTATTACI

Se hai bisogno di informazioni non esitare a contattarci via email o telefonando allo 011 500000!