8 strategie da applicare dopo un intervento bariatrico

Nel caso degli interventi bariatrici il concetto di “successo” varia da individuo a individuo, e non si può parlare di un obiettivo definito, quanto più di un impegno continuo e costante per migliorare il proprio stato di salute. Non si può definire un numero di chili da perdere per considerare “di successo” un intervento bariatrico, ma sicuramente si può gioire di una recessione nel diabete, dell’interruzione di una terapia per la pressione alta, di un miglioramento nella mobilità e nel dolore e di un aumento dell’energia.

Queste 8 strategie possono contribuire ad un maggior benessere dopo un intervento bariatrico:

  1. La chirurgia bariatrica non è una soluzione semplice: non risolve in un istante tutti i problemi legati al peso, ma è un processo più lungo e interattivo. Lo stomaco è infatti un muscolo in grado di espandersi. Quando ci si candida ad un intervento bariatrico bisogna limitare il proprio intake di cibo con porzioni più piccole. Se questo non avviene, lo stomaco può nuovamente dilatarsi e si recupera tutto il peso perso se non di più. Un tale cambiamento nella vita non avviene automaticamente, ed è necessario partecipare in modo attivo e con impegno.
  2. La chirurgia bariatrica è uno strumento: non funziona da sola senza un cambiamento comportamentale. Cambiare abitudini è difficile quando non impossibile. La chirurgia è un aiuto nel raggiungere i propri obiettivi e aspettative, ma il ruolo primario è giocato dalla buona volontà e dall’impegno nell’attenersi alla dieta, nel fare esercizio fisico, nel prendere gli integratori necessari e nel fare continui controlli di follow-up.
  3. Prendersi cura della salute nel suo complesso: un intervento bariatrico è un processo traumatico per tutto l’organismo, non solo per il tratto digerente. Pertanto è necessario prendersi cura del proprio benessere dormendo a sufficienza, minimizzando lo stress senza sfogarlo nel cibo, chiedendo l’aiuto dei gruppi di supporto e riposando.
  4. Avere pazienza con se stessi: chi si sottopone ad un intervento bariatrico inizia un processo che non si conclude il giorno dell’operazione, ma continua con piccoli gesti prima e dopo, per ottenere cambiamenti graduali e realistici nella vita di tutti i giorni. Bisogna essere gentili con se stessi, capendo che certe abitudini non si modificano tutte insieme e all’improvviso, e pazientando nel duro percorso che si prospetta.
  5. La chirurgia bariatrica non farà smettere automaticamente la voglia di determinati cibi, solo perchè riduce le dimensioni dello stomaco: l’organismo non si adatterà automaticamente ai nuovi requisiti del tratto gastrico, pertanto bisognerà esercitare la forza di volontà per cambiare abitudini alimentari, valutando come, cosa e quanto mangiare.
  6. Ascoltare il proprio corpo: sia prima che dopo l’intervento il corpo invia dei segnali di fame e sazietà che è importante imparare a comprendere ed ascoltare, per evitare di mangiare per noia, rabbia o stress perdendo il controllo.
  7. Ricercare supporto nei momenti difficili: un intervento così importante come quelli di chirurgia bariatrica è senza dubbio provante anche dal punto di vista emotivo e sociale, pertanto è importante circondarsi di persone che possano essere di supporto sia nel cambiamento delle abitudini che nelle difficoltà che si prospettano, che in alcuni casi possono essere paragonabili addirittura a quelle che si affrontano in caso di lutto.
  8. Accettare e riconoscere i cambiamenti del proprio corpo: il tratto gastrico non sarà più in grado di supportare lo stesso quantitativo di cibo e potrebbe essere necessario assumere integratori. Altre volte il dimagrimento improvviso può lasciare della pelle in eccesso, cadente ed antiestetica: bisogna essere preparati a questa eventualità, che può essere difficile da accettare e influenzare l’autostima, la motivazione e la propria immagine corporea.
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per prenotare una visita chiama

Post suggeriti